La straordinarietà degli ipogei non è nella loro estetica, ma nel senso del sacro delle cerimonie svolte al loro interno, che si manifesta con azioni rituali cicliche e ripetute nel tempo per centinaia di anni.

Alla presenza di un fuoco purificatore e rigeneratore, gli oggetti utili alla vita quotidiana, dalla ceramica agli utensili in pietra, diventano doni per consacrare il legame tra l’uomo e il divino.

Gli strati accumulati negli ipogei dei resti materiali del rito diventano la storia di un popolo.